La piazza d’Armi

di Rosario Pantaleo*
Piazza d’Armi, nell’area di Baggio, è da tempo sotto i riflettori dell’amministrazione comunale e della cittadinanza. Continua a leggere

Stadio nuovo, vecchio stadio…la storia continua…

di Rosario Pantaleo*

La vicenda della richiesta del nuovo stadio ha catalizzato l’attenzione della città (e non solo) verso una possibile trasformazione che potrebbe modificare, in maniera importante, tutta l’area interessata con ovvie ripercussioni sul futuro del vecchio Meazza. Continua a leggere

Prolungamento M1 da Bisceglie a q.re Olmi: ora è realtà

di Rosario Pantaleo*

Il lavoro perseguito dall’Amministrazione comunale ed iniziato nella scorsa consigliatura ha prodotto il risultato sperato dai cittadini del quartiere di Baggio (e non solo).
La prosecuzione del percorso della M1 genererà tre fermate, al momento denominate come Parri, Gozzoli, Olmi, e serviranno in particolare (ma non solo) vari agglomerati residenziali come:

Continua a leggere

Municipio 7: con Liliana Segre, contro odio e revisionismo

di Lorenzo Zacchetti*

Nella seduta dello scorso 28 ottobre del Consiglio di Municipio 7 si è verificato un fatto grave. Come probabilmente avrete già avuto modo di leggere nei numerosi articoli dedicati alla vicenda (si veda anche l’immagine in evidenza), la maggioranza Lega-Forza Italia-Fratelli d’Italia ha approvato una mozione nella quale si chiede al Comune di Milano di abolire la dichiarazione di antifascismo che viene richiesta a chi utilizza spazi pubblici. Continua a leggere

La Storia non si riscrive

di Manuel Sciurba*

Il Consiglio di Municipio 7 ha approvato una mozione della sua maggioranza per richiedere al Comune l’abolizione della dichiarazione  di adesione ai valori antifascisti della Costituzione italiana, quale condizione per ottenere patrocini, contribuiti, concessioni di suolo pubblico per lo svolgimento di manifestazioni o iniziative. Di seguito il testo del mio intervento in aula.

Continua a leggere

Silent Siria

Stupore di orbite bombardate
fermare il respiro
cercare i compagni
tacere le granate a martello
scrutare il piccolo ancora vivo.
Saponato di silenzio
fermare le code di blu nero
soffiare, sfasciare la polvere
cercare acqua, pane, preghiere.
Ribellione di giovani corpi snodati
sbiancati dallo strazio
abbagliati dalla luna d’acciaio
immersi nella paura
spogliati dalle clavicole sciancate
Gridare basta alla spalmata bestialità incosciente.
Sbalorditi di braccia lungo il corpo
schiene scoperchiate dalle madri.
Inginocchiarsi lanciarsi via e gridare
nella grande protesta al bordo del deserto
la grande preghiera amata
dalla luna accecante.

Emmagiuli aprile 2017